Vilnius

La bussola punta a Nord-Est: attraverso i Paesi Baltici

Questo viaggio risale a cinque anni fa, per la precisione all’aprile del 2012. Per entrambi era la prima volta che facevamo un viaggio in cui non saremmo rimasti sempre nel solito posto, ma al contrario in cui avremmo toccato città e addirittura Stati diversi. L’idea di doverci spostare, prendere i nostri zaini ed un mezzo di trasporto per riuscirne diverse ore dopo dovendo raggiungere un nuovo ostello ci riempiva di stimoli che giungevano a noi all’idea di nutrirci di nuove immagini e nuovi posti da scoprire.
Nonostante si tratti sempre di Paesi all’interno del continente europeo, con tutto ciò che ne consegue, abbiamo notato molte differenze rispetto all’ambiente in cui viviamo. La storia di questi popoli, rimasti quasi sempre in disparte come in tutti i Paesi nordici, ed il clima rigido hanno fatto sì che la loro identità assumesse caratteristiche introverse, maturando uno stile di vita riservato che si riflette nell’atmosfera che si respira. Allo stesso tempo abbiamo potuto apprezzare una certa vivacità nell’architettura e nei colori delle città, con case dalle facciate variopinte, lontane dallo stile minimale e spento dell’edilizia sovietica che accomuna l’Europa orientale. Siamo lontani anche dal caos, dallo smog e da quello stress tipico come conseguenza della frenesia metropolitana.
Ciò che ne è venuto fuori è stato un percorso lungo il quale abbiamo visto quattro diversi Paesi, con città cupe ma affascinanti, con paesaggi innevati dove la natura diventa la protagonista della scena e con volti dai tratti duri come il freddo che avvolge queste terre.

Lorenzo Berti,  Alice Crescioli

« 1 di 12 »