festival

Sziget: the island of freedom

E’ estremamente difficile raccontare a parole cosa significhi vivere sull’isola di Obuda, a Budapest, per l’intera settimana di Ferragosto. O meglio, non è tanto difficile raccontarlo, quanto far sì che il racconto sia in grado di trasmettere le sensazioni e le emozioni che si provano in quei sette giorni di follia a chi non ha avuto la fortuna di trovarcisi. In quella settimana la capitale ungherese diventa il crocevia più grande e variegato al mondo, in cui persone provenienti letteralmente da ogni angolo del pianeta si incontrano per dar vita a quello che è sicuramente uno dei festival musicali più importanti che esistano. Nei suoi 24 anni di vita, infatti, lo Sziget ha visto la partecipazione degli artisti più famosi del mondo, di tutti i generi e di qualsiasi provenienza, dando modo anche a musicisti meno noti di farsi conoscere e di salire alla ribalta. Ma ciò che più impressiona sono i numeri del pubblico: nella scorsa edizione è stato registrato l’accesso di quasi mezzo milione di persone, molte delle quali sono rimaste sull’isola per l’intera settimana di programmazione.

Continua la lettura di Sziget: the island of freedom