ex-Jugoslavia

Bosnia-Erzegovina, dove l’Europa è un po’ meno europea

 

E’ un viaggio particolare quello che si ritrova a fare colui che decide di percorrere le strade della Bosnia-Erzegovina. Tra le sue colline verdi scure, dominate da distese di foreste interrotte qua e là da qualche paesello e da ben poche città, man mano che ci si addentra verso l’interno del suo territorio si scopre lentamente un orizzonte nuovo ed inaspettato. Ti avvolge una sensazione strana pensando di trovarsi sempre in Europa, perchè i mille contrasti che abitano e convivono in questo Paese fanno sì che esso appaia come un contesto del tutto differente da quello europeo. O perlomeno diverso da quello a cui siamo abituati pensando al Vecchio Continente. Sono diversi i costumi, sono diversi i volti ed è diversa persino la religione.

La città vecchia – Travnik, Bosnia-Erzegovina

Continua la lettura di Bosnia-Erzegovina, dove l’Europa è un po’ meno europea

Raccontami Belgrado

Se dovessimo indicare uno dei valori inestimabili insito nell’esperienza del viaggio, questo è l’accesso al confronto con una moltitudine di società diverse. Lontane o meno che siano, tramite osservazione e dialogo, il viaggiatore ha l’occasione di potersi relazionare con un vissuto a lui estraneo. Sia esso relativo al tessuto sociale o in riferimento all’incontro con un altro individuo: ciò non si limita al mero scambio di informazioni, si riferisce piuttosto alle infinite possibili interconnessioni tra il viaggiatore e il contesto in cui è immerso. Tra chi racconta e chi ascolta. Continua la lettura di Raccontami Belgrado